South Park

Per la rubrica dei cartoni animati, vi parlo di uno dei miei preferiti in assoluto: “South Park”. La serie parla delle disavventure della cittadina di South Park alle prese con i problemi della società, del costume e dello spettacolo americano.. I protagonisti sono quattro bambini delle elementari: il saggio Stan, l’intelligente Kyle, il grasso e cattivo Eric e il povero e sboccato Kenny, a cui si aggiungerà in seguito il timido Butters.

stankylecartkenny

butterskimtim

Girato con la tecnica dello stop motion cutout animation (cioè, fotogrammi realizzati incollando pezzi di cartone sullo sfondo), “South Park” è stato creato da Matt Stone e Tray Parker. Serie dissacrante e politically scorrect, “South park” prende in giro chiunque o qualsiasi cosa, nessuno ne è immune. La satira in “South Park” però spesso sfocia volutamente nella volgarità o nella blasfemia in alcuni casi. Le tematiche affrontate sono spesso argomenti pesanti come la pedofilia, il razzismo, l’omofobia e la morte: a tale riguardo basti pensare che il personaggio di Kenny nelle prime stagioni muore in tutte le puntate in maniera diversa e truculenta. Ovviamente “South Park” è stato pesantemente censurato in moltissimi Paesi, in alcuni addirittura ne è stata vietata la messa in onda. Dalla serie ne è stato tratto anche un film dal titolo “South Park: più grosso, più lungo e tutto intero” che fu addirittura candidato all’oscar per la miglior canzone.

The_Boy's_Parentschef2

garrisonmackey

In Italia “South Park” fu mandato in onda per la prima volta nel 2000 su Italia 1 a mezzanotte. Nonostante l’ora tarda, il cartone fu preso di mira anche in Italia dalla censura che comunque non risucì a bloccarne la messa in onda. Dopo alcune stagioni su Mediaset, “South Park” passò al satellite sul canale Comedy Central dove continua ancora oggi a deliziarci senza censure con le sue storie al limite del credibile e del sopportabile. Ad oggi resta uno dei cartoni più di culto di tutti i tempi proprio per il fatto di aver rotto qualsiasi schema e di non aver paura di dire quello che vuole.

tromb

In Italia la sigla è la stessa che va in onda negli Stati Uniti. Non so chi la canti ma, più che una sigla, sembra quasi un jingle pubblicitario. Vi posto quella con le immagini della prima stagione e vi do appuntamento al prossimo cartone.

Voto al cartone: 9

Voto alla sigla: 6

Fattore anni 2000: 9

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cartoons & co.. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...