Amabili resti

Nel 1973 Susie Salmon (Rose McIven) viene brutalmente assassinata a soli 14 anni dal suo vicino di casa (Stanley Tucci). La sua anima quindi si ritrova sospesa in una sorta di limbo combattuta fra la voglia di vendetta e il desiderio di vegliare sul padre (Mark Whalberg), sulla madre (Rachel Weisz), sulla nonna (Susan Sarandon) e sui suoi fratelli… Diretto da Peter Jackson, già regista della trilogia de "Il signore degli anelli" e di "King Kong", "Amabili resti" si pone a metà strada fra il thriller soprannaturale e il drammatico, trasportandoci in una nuova terra di mezzo in cui le meravigliose visioni oniriche la fanno da padrone. Nonostante il ritmo sia un po’ lento, "Amabili resti" funziona alla grande, grazie soprattutto ad un montaggio impeccabile, incollando lo spettatore alla poltrona fra tensione e pathos. Straordinaria la prova di tutti gli attori, Stanley Tucci e Susan sarandon in primis con l’ottima caratterizzazione dei loro personaggi, specchio di una famiglia che proprio quando si è sull’orlo del precipizio deve poter contare sulla sua unione per poter restare a galla. Un film davvero bello. 

Giudizio critico cinematografico: l’omicidio cambia tutto

Voto al film: 8,5

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I film che ho visto al cinema. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...