Lovely Sarah

sara1

Ed ecco una nuova puntata sui cartoni animati: gentili lettori, oggi si parla di “Lovely Sarah”. Tratto dal romanzo “La piccola principessa” di Frances Hodgson Burnett, “Lovely Sarah” parla di Sarah Morris, una bimba di 11 anni vissuta in India con il padre, un potente uomo di affari, e viene mandata a Londra in un prestigioso collegio femminile. Ma l’improvvisa morte del padre farà precipitare Sarah in una realtà a lei sconosciuta, quella delle faccende domestiche e delle umiliazioni nello stesso collegio dove era stata trattata come una principessa…

sara2sara3

sara4sara5

Sono moltissimi i personaggi che affollano questo cartone. Sarah, la protagonista, nonostante l’appartenenza alla classe più ricca, resta sempre una bambina semplice e umile. Poi troviamo la perfida direttrice del collegio, Miss Gertrude Minci, sua sorella Amelia, molto più gentile. Non mancano le compagne stronze come Lavinia e le sue amiche, oppure alcuni personaggi totalmente inutili come Margherita, Becky e Lalla, amiche di Sarah, o alcuni personaggi inventati come Peter.

sara8sara9

Appartentente al genere delle piccole disgraziate, come lo chiamo io, il cartone tratta le stesse tematiche affrontate nel romanzo e cioè le condizioni di sfruttamento del lavoro minorile nell’Inghilterra del XIX secolo. Di notevole impatto le differenze fra i bambini ricchi e quelli delle classi più povere, costretti a vivere di espedienti per riuscire a sopravvivere.

LovelySara4sara10

“Lovely Sarah” andò in onda in Italia nel 1986 sulle reti Fininvest riscuotendo un ottimo successo, confermato dal fatto che ogni volta che è stato riproposto è stato accolto molto bene anche dalle nuove generazioni. I disegni sono chiari e puliti, la fotografia rispecchia molto l’ambientazione cupa e grigia di Londra del periodo e il collegio, nonostante lo sfarzo, riesce a trasmettere un senso di inquietudine e di malessere interno.

526x297-yI_

La sigla è stata affidata a Cristina D’Avena e ha un intro con gli strumenti tipici indiani per poi passare rapidamente ad altri che richiamano le atmosfere di Londra. Davvero ben fatta. Ve la faccio risentire e alla prossima puntata.

Voto al cartone: 7

Voto alla sigla: 7+

Fattore anni 80: 7

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cartoons & co.. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...