La famiglia Barbapapà

barbapapà

Oggi per la rubrica su cartoni animati voglio parlarvi de “La famiglia Barbapapà”. Il cartone narra le avventure della famiglia dei Barbapapà, esseri di vario colore che hanno la capacità di modificare il corpo a proprio piacimento. Oltre a Barbapapà e Barbamamma vi sono anche i loro figli: Barbalalla la musicista, Barbaforte lo sportivo, Barbabella la vanitosa, Barbabarba l’artista, Barbottina l’intellettuale, Barbazoo l’amante della natura e Barbabravo lo scienziato.  Attraverso le loro avventure si effettua un vero e proprio giro del mondo a contatto con la natura….

barba5

“La famiglia Barbapapà” tocca diverse tematiche. Prime fra tutte l’ecologia e la salvaguardia dell’ambiente, divenendo così uno dei primissimi cartoni animati a sfondo ecologista mai apparsi in tv. L’altra tematica molto importante è quella della diversità. Il personaggio di Barbapapà al suo arrivo desta paura negli abitanti della città e sono proprio due bambini, Francesco e Carlotta, che lo avvicinano dimostrando che non c’è nulla da aver paura da chi è diverso da noi. Non vengono trascurate ovviamente le tematiche della famiglia e dell’amicizia, presenti in ogni puntata.

barba1barba2

Il cartone è tratto da una serie di fumetti francesi del 1970 creati da Annette Tison e Talus Taylor. Il nome deriva dall’espressione francese “barbe à papa” che vuol dire zucchero filato. Le tre serie tv sono state prodotte tutte in Giappone e “La famiglia Barbapapà” arrivò in Italia nel 1976 su Rai 2 divenendo così il primo anime giapponese ad arrivare sui nostri schermi, riscuotendo un successo incredibile grazie anche a una fortissima campagna di merchandising che ancora oggi trova moltissimi acquirenti, nonostante sia un cartone destinato ai più piccoli. Ancora oggi viene mandato in onda riscuotendo sempre un grandissimo successo su avarie emittenti satellitari riuscendo ancora a far breccia nell’animo dei più piccoli grazie alla sua semplicità. Una curiosità del doppiaggio italiano: il presentatore Claudio Lippi ha doppiato Barbapapà e tutti i personaggi maschili mentre la cantante orietta Berti Barbamamma e tutti i personaggi femminili. Inoltre il cartone è stato mandato in onda in diversissimi paesi del resto del mondo, riscuotendo lo stesso successo del nostro Paese.

barba3barba4

La sigla è stata affidata a Roberto Vecchioni e al coro delle Mele Verdi. Sigla molto semplice e diretta che ancora oggi mi fa venir voglia di vedere questo cartone che mi ha accompagnato durante la mia infanzia e oggi fa compagnia alla mia bellissima nipotina e ogni tanto lo rivedo assieme a lei!!!

Voto al cartone: 9+

Voto alla sigla: 8

Fattore anni ’70: 8

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cartoons & co.. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...