Le mie canzoni di Natale preferite

Stavo pensando a un post tipico delle feste e cosa c’è di più natalizio delle canzoni di Natale? Classifica abbastanza difficile da compilare perchè le mie preferite sono davvero tante ma dopo un’accurata selezione ecco quelle che quando le ascolto il cuore mio si scioglie.

10) Adeste Fideles

Una dei canti più antichi della tradizione cristiana di origine irlandese del ‘700, un classico che a Natale non può mancare. Mi piace da morire poi la versione proposta da Enya: semplicemente magica.

9) Deck the halls

Verso la fine dell’800 questo canto è stato composto da un autore inglese e reso celebre in tutto il mondo dalle parole “fa la la la la” che richiamerebbero il suono di un’arpa. Anche “Deck the halls” è da cantare tutti quanti in coro e a me piace tanto la versione interpretata da Nat King Cole.

8) Sleigh ride

Oltre all’albero, ai dolci, ai regali ci sono anche le corse sulla neve con lo slittino, come ricorda questa splendida canzone di origine statunitense composta verso la fine degli anni ’40. Per me l’unica versione che tutti dovrebbero ascoltare è quella della grande Ella Fitzgerlad.

7) The Christmas song

Una delle canzoni di Natale degli anni ’40 più belle che abbia mai sentito direttamente dagli Stati Uniti. Da ascoltare davanti al camino acceso. E la versione di Christina Aguilera è da brividi.

6) Somewhere in my memory

Nel 1990 John Williams non sapeva che con la colonna sonora del film “Mamma ho perso l’aereo” avrebbe creato una canzone che sarebbe entrata di diritto nei classici di Natale. “Somewhere in my memory” è a dir poco dolcissima, impossibile che il cuore non vi si stringa alle sue note.

5) Away in a manger

Una vera e propria ninna nanna composta verso la fine dell’800 negli Stati Uniti. Una dolcissima nenia che nella versione delle Celtic Woman trova il suo punto più alto.

4) The first Noel

Antichissimo canto inglese, probabilmente della Cornovaglia, composto fra il XVI e il XVII secolo. Canzone prettamente religiosa, credo che la versione più bella sia quella proposta da Carrie Underwood.

3) Carol of the bells

Nel 1936 un compositore statunitense creò “Carol of the bells”, un vero e proprio trionfo di voci, controvoci, doppie voci e quant’altro. Per me non è Natale se non la ascolto almeno una ventina di volte. Esistono tantissime versioni e la scelta è stata dura ma credo che la versione più incredibile sia quella proposta dal coro Libera.

2) Hark! The Herald Angels sing

Medaglia d’argento per questo antico canto di origine inglese composta a metà dell’800 e basata su una poesia del secolo precedente. Semplicemente solenne e credo che la migliore versione sia quella proposta da Mariah Carey

1) White Christmas

Per me sul podio svetta “White Christmas”. Mi piace da morire, sia in inglese che nella versione italiana. Ha una melodia struggente e accattivante, che se la canti in coro ti viene da abbracciare tutti gli altri attorno a te. Per me non è Natale senza questa canzone. Molto bella la versione proposta da Michael Bublè.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Le mie top ten. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...