Transformers 4: l’era dell’estinzione

transformers4

5 anni dopo l’attacco da parte dei Decepticons a Chicago, gli Autobots sono stati oggetto di caccia da parte degli esseri umani nonostante fossero stati salvati proprio da loro e per quetso motivo si nascondono. Cade Yager (Mark Whalberg) è uno squattrinato ingegnere che vive in Texas con la figlia Teesa (Nicola Peltz) e un giorno compra un vecchio camion per poterne rivendere i pezzi ma presto scoprirà che quel camion altro non è che Optimus Prime e da allora inizieranno per loro una serie di avventure che li porteranno in giro per il mondo…

“Transformers 4: l’era dell’estinzione” è il nuovo capitolo della saga dedicata ai giocattoli della Hasbro e diretta nuovamente da Michael Bay (“Armageddon”, “Pearl Harbour” e la trilogia dei “Transformers”). Cast completamente rinnovato per questo nuovo episodio che fa intuire un nuovo ciclo della saga: via Shia Le Bouf con la strafiga di turno e new entry di Mark Whalberg qui però con una figlia e non con una fidanzata e quello che viene subito messo in risalto è il rapporto conflittuale fra i due che si risolverà durante il corso delle 2 ore e 40 di proiezione. Come prima impressione si direbbe di aver già assistito a questo film dato che è composto principalmente da inseguimenti in auto, scontri armati in città e astronavi megagalattiche che sovrastano interi quartieri. Ma qui viene il bello. “Transformers 4: l’era dell’estinzione” può contare su una sceneggiatura molto accattivante di stampo quasi da film di spionaggio che porta lo spettatore a voler arrivare fino alla fine per vedere cosa si nasconde dietro a tutti i complotti. Molto buona la caratterizzazione dei personaggi, sia umani che Autobots che hanno subito un riuscitissimo restyling. Ovviamente gli effetti speciali e quelli sonori sono più che spettacolari ma qui risultano un graditissimo contorno ad uno dei film di fantascienza secondo me più riusciti di questa stagione.

Giudizio critico cinematografico: questa roba spacca

Voto al film: 7+

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I film che ho visto al cinema. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...