Spy

spy

Susan Cooper (Melissa McCarthy) è la partner tecnologica di Bradley Fine (Jude Law), agente della CIA. Quando Bradley rimane ucciso durante una missione, Susan si offrirà volontaria per partire, dato che nessuno la conosce. A metterle i bastoni fra le ruote ci penserà l’agente Rick Ford (Jason Statham), che non prenderà bene l’affidemento a Susan della missione.

Diretto e sceneggiato da Paul Feig (“Le amiche della sposa”), “Spy” è a sorpresa il campione di incassi di questa prima parte dell’estate 2015. Il tutto ruota attorno al personaggio interpretato da Melissa McCarthy, brava a far evolvere la sua Susan da goffa e insicura a tosta e coraggiosa. Il film da un lato gioca con gli stereotipi delle persone in sovrappeso e depresse mentre dall’altro è un vero e chiaro omaggio ai film di spionaggio della saga di 007. Grazie a delle gag abbastanza riuscite, si sorride con piacere, anche se non ci si sganascia dal ridere. Ma forse “Spy” funziona proprio per questo: è un film demenziale che non risulta scontato e penoso ma sa intrigarti con la trama. Unica pecca: il film a tratti usa toni molto volgari. Molto buono il montaggio, che ha reso bene le scene di inseguimenti e combattimenti, e buono anche il sonoro. Lo consiglio se volete passare un paio di ore in pieno relax.

Giudizio critico cinematografico: capperi!!!

Voto al film: 6

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I film che ho visto al cinema. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...