Il piccolo principe

ilpiccoloprincipe

Una bambina (Mackenzie Foy) passa l’estate a prepararsi per entrare in una prestigiosa accademia, secondo un piano di vita elaborato dalla mamma (Rachel McAdams). Fa però amicizia con il suo vicino, un vecchio e strambo aviatore (Jeff Bridges), che le narrerà le avventure de “Il piccolo principe”. Attraverso questo racconto la piccola riscoprirà cosa vuol dire essere bambini e cosa comporta diventare grandi.

Presentato fuori concorso al Festival di Cannes l’anno scorso e diretto da Mark Osborne (“Kung Fu Panda”), è uscito nelle sale di tutto il mondo “Il piccolo principe”, adattamento cinematografico del classico della letteratura per ragazzi del 1943 di Antoine de Saint-Exupery. Quello che colpisce inizialmente del film è la struttura narrativa graficamente divisa in due parti: la storia principale, quella della bimba a cui viene narrato “Il piccolo principe”, è in computer grafica 3D; il racconto de “Il piccolo principe” invece è narrato secondo una tecnica d’animazione di gusto un po’ più retrò. In realtà dopo i virtuosismi tecnici quello che risalta di più allo spettatore è la storia nella storia, con un mescolamento di realtà e finzione davvero incredibile, ma non solo. Più si va avanti con il film e più ci si accorge che quello che cattura completamente lo spettatore è la fortuna che hanno i bambini nell’essere quel che sono, nelle loro giovani vite, nel non essere ancora grandi. E il mondo degli adulti sarebbe davvero meraviglioso se ogni tanto ci ricordassimo del bambino che è in ognuno di noi. Il film centra in pieno l’obiettivo e lo fa in punta di piedi, quasi per citare la frase più famosa del libro che è “l’essenziale è invisibile agli occhi”. Grandissimo il cast tecnico, che va dallo staff stellare dei doppiatori alle meravigliose musiche di Hans Zimmer. Particolarmente apprezzato anche il cast del doppiaggio italiano, che a mio avviso non fa rimpiangere per nulla quello originale.

Giudizio critico cinematografico: non dimenticate mai

Voto al film: 8

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I film che ho visto al cinema. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...