Assassin’s Creed: Syndicate

syndicate

Ho finito da pochi giorni di giocare ad “Assassin’s Creed: Syndicate” e devo assolutamente parlarvene. Nella Londra vittoriana del 18868 i gemelli Evie e Jacob Frye scoprono che il capo dei Templari, Crawford Starrick, possiede un Frutto dell’Eden. Nella metropoli vengono accolti dall’assassino Henry Green e fondano una banda chiamata Rooks, con la quale sgominare la banda rivale dei Blighters e conquistare i quartieri di Londra, per arrivare poi allo scontro con il nemico principale.

jacob evie

“Assassin’s Creede: Syndicate” è il nono capitolo della famosissima saga creata dalla Ubisoft e pubblicata per varie piattaforme. Non ho mai giocato ai precedenti episodi quindi non farò paragoni con questi ultimi: so solo che il precedente episodio è stato un mezzo fiasco ma credo che con questo le sorti della saga si siano risollevate. Graficamente il motore utilizzato è lo stesso del capitolo precedente e trovo sia davvero straordinario: Londra è stata ricreata perfettamente nei minimi particolari, con dettagli a cui magari anche il giocatore più attento non presterebbe mai attenzione.

green bell

florence clara

Riguardo il gameplay, il giocatore avrà modo di usare entrambi i gemelli Frye, prediligendo Evie o Jacob a seconda delle situazioni per cui ci voglia più furtività o un approccio fisico più imponente. Andando avanti con la storia, grande punto di forza del gioco, e completando le missioni secondarie per concquistare i quartieri di Londra, i due gemelli otterranno punti esperienza con cui poter apprendere abilità che ne miglioreranno le prestazioni. Inoltre ogni missione garantirà un entrata di denaro, con cui poter acquistare armi e accessori, che in seguito potranno venire anche modificate e migliorate. Altra cosa interessante è che per le strade di Londra ci imbatteremo nei componenti della nostra banda, con la possibilità di poterli reclutare per darci una mano in missioni dove il numero dei nemici è davvero alto.

darwindickens

vittoriamarx

Molto buona la caratterizzazione dei personaggi, sia dal punto di vista grafico che dal punto di vista psicologico. Inoltre nell’edizione speciale per Playstation 4, quella a cui ho giocato io, vi sono molte missioni aggiuntive con personaggi storici come Charles Dickens, Charles Darwin, la Regina Vittoria e Karl Marx. Inoltre la trama può essere arricchita esplorando Londra per scoprire segreti e oggetti che normalmente non si possono reperire con l’andamento normale della trama, regalando al tutto un pizzico di fascino in più. La colonna sonora è stata affidata a Austin Wintory, che ha utilizzato atmosfere raffinate e perfettamente in linea con l’epoca vittoriana. Nota dolente per il doppiaggio in italiano, che a volte risulta molto forzato o comunque eseguito con poca verve, con il risultato che il giocatore senta effettivamente che il doppiatore stia solo leggendo il copione senza interpretarlo.

bosslucythorne

attawayroth

Come ho già detto, non ho mai giocato ai precedenti capitoli, questo per me è stato il primo, ragion per cui ho avuto un po’ di difficoltà a capire alcuni elementi della trama. Ciononostante, ho trovato “Assassin’s Creed: Syndicate” davvero un gran gioco, dove si fondono elementi di azione, avventura, gioco di ruolo, strategia. E anche se molte missioni sembrano ripetersi all’infinito, la voglia di giocarci ogni giorno non è mai diminuita, anzi.

Voto al videogioco: 8

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Videogiochi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...