Il libro della giungla

thejunglebook

Mowgli (Neel Seethi) è un cucciolo d’uomo che è stato trovato nella giungla indiana dalla pantera Bagheera (Ben Kingsley) e allevato da un branco di lupi e cresciuto come tale. Quando nella giungla torna la tigre Shere Khan (Idris Elba), questi vuole uccidere Mowgli per non farlo divenire adulto. Quindi Mowgli deve lasciare la giungla e raggiungere il villaggio deglo uomini. Durante il suo viaggio Mowgli incontra altri animali come l’orso Baloo (Bill Murray) che lo aiuterà ma anche altre creature che lo ostacoleranno, come il pitone Kaa (Scarlett Johansson) e l’orango Re Louie (Christopher Walken).

“Il libro della giungla” è uno dei rifacimenti Disney più attesi di questo 2016. Diretto dla regista Jon Favreau (“Iron Man”, “Iron Man 2”) e girato con la tecnica del 3D, questa versione avrebbe dovuto essere la trasposizione in carne, ossa ed effetti digitali dell’intramontabile classico d’animazione Disney del 1967. Molti elementi sono sì presi da quella pellicola ma il film in questione sembra prendere più spunto dal libro originale di Kipling, spogliandolo quindi dela magia e della spensieratezza che hanno decretato il successo del suo antenato in celluloide. Nonostante l’utilizzo anche delle canzoni originali del film del 1967, questa nuova ma comunque bella versione de “Il libro della giungla” fa forza sull’azione, sulle atmosfere cupe e spaventose di alcune scene e sulla forza della natura, piuttosto che ricreare, come annunciato tempo fa, le atmosfere del film di animazione da cui ha tratto ispirazione. Non siamo ai livelli del precedente live action “Cenerentola”, ma tutto sommato credo che si tratti di un buon film, in cui la componente tecnica è ad altissimi livelli. Gli effetti speciali che animano le espressioni degli animali li hanno resi paradossalmente più umani e si ha comunque l’impressione che si sia dato più importanza a questo piuttosto che alla storia in sè. In patria “Il libro della giungla vanta un numero di star che hanno prestato le voci per il doppiaggio, così come in Italia e secondo me il risultato nostrano è più che apprezzabile.

Giudizio critico cinematografico: ti bastan poche briciole!

Voto al film: 6

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I film che ho visto al cinema. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...