The legend of Tarzan

tarzan_2016

Dopo alcuni anni, Tarzan (Alexander Skarsgard) vive in Inghilterra con la moglie Jane (Margot Robbie) nel palazzo dei Greystoke. Vista la sua attività di diplomatico, viene richiesta la sua consulenza in Congo dal re del Belgio e viene accompagnato dal dottor Williams (Samuel L. Jackson). Ma tutto questo in realtà nasconde un piano oscuro organizzato dal capitano belga Leon Rom (Christoph Waltz), che vuole impadronisrsi dei diamanti del paese africano e li avrà in cambio della testa di Tarzan, chiesta dal capo tribù Mbonga (Djimon Hounsou).

Ecco nelle sale “The legend of Tarzan”, uno dei blockbuster più attesi di questa estate cinematografica. Diretto da David Yates (“Harry Potter e l’ordine della fenice”, “Harry Potter e il principe mezzosangue”, “Harry Potter e i doni della morte – parte 1 e 2”), questa ennesima trasposizione del personaggio creato dalla penna di Edgar Rice Burroughs in realtà è una storia del tutto originale. Infatti cronologicamente siamo oltre gli eventi narrati del libro ed esposti nei vari film prodotti fino ad ora. Durante lo svolgimento della trama si inseriscono flashback della storia originale, che nella prima parte del film fanno da collante con una storia un po’ sotto tono. Ma più si va avanti con la proiezione e più è un crescendo di sensazioni, di emozioni, di avventura, di dramma e anche qualche sorriso strappato a mio avviso un po’ troppo forzatamente. La fotografia curata da henry Braham è davvero sbalorditiva, la colonna sonora firmata da Rupert Gregson Williams davvero imponente e le scene di azione sono state curate nel minimo dettaglio da Yates, che ha usufruito della tecnica del 3D. Il cast è ben assortito e funziona, specialmente Tarzan che ha il volto e i muscoli di Alexander Skarsgard, mentre Margot Robbie dà vita a una Jane intraprendentissima. Aleggia su tutto l’impotenza dell’uomo di fronte alla natura ma il film è intriso di altri messaggi, come l’avidità, la schiavitù e c’è anche spazio per la storia d’amore: secondo me merita davvero di essere visto.

Giudizio critico cinematografico: guardate e ascoltate…

Voto al film: 7,5

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I film che ho visto al cinema. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...