Siate sempre Charlie

charlie_hebdo_terremoto-1030x615

Ok, credo sia arrivato il momento di affrontare la spinosa questione della tanto criticata vignetta di “Charlie Hebdo” sul dramma del terremoto che ha sconvolto la zona del reatino neanche un mese fa. L’indignazione degli italiani è salita alle stelle, sono state create anche alcune vignette di risposta, alcune anche molto intelligenti come quella di “Jenus”, e tutti hanno sbandierato il loro “non sono più Charlie”. Chi vi scrive non ha mai apprezzato tale rivista, non ho mai scritto su Facebook “je suis Charlie” per il semplice fatto che non mi piace, il che non vuol dire che abbia stappato una bottiglia di Berlucchi quando hanno massacrato chi ci lavorava. Mi sono state rivolte le accuse più classiche, quali essere uno stronzo o un insensibile, a quelle più fantasiose e senza senso, tipo essere musulmano. Beh, le stesse persone che all’epoca si rivolsero a me con questi affettuosi vezzeggiativi ora inorridiscono, scrivono che non “non sono più Charlie” e altre cose del genere. Beh a queste persone vorrei dire che, se sono state Charlie, devono continuare a esserlo fino alla fine, anche perchè quando c’è stato il massacro le vignette dissacranti ci son sempre state, forse loro non se le ricordano. Inoltre vorrei spiegare loro che la vignetta non prende in giro gli italiani, anzi: è un atto di accusa molto diretto a un sistema che sappiamo tutti quale sia, che ha costruito case non sicure in posti non sicuri pur di mangiarci sopra e gli italiani sono il condimento finale di questo macabro pasto. Miei cari signori, “Charlie Hebdo” è sempre stato questo, dovevate indignarvi anche quando hanno dissacrato altre cose come un’altra religione. Non dovete essere Charlie solo perchè lo dicono tutti su Facebook e gli altri social networks, siate sempre Charlie nella buona e nella cattiva sorte, o almeno siate voi stessi, ragionate con la vostra testa, non con quella del gregge.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Visto in giro.... Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...