I film horror che proprio non mi son piaciuti

Beh, visto che stanotte sarà la notte di Halloweeen, direi che una bella classifica a tema horror ci sta bene. Se l’anno scorso vi ho proposto i miei film horror preferiti, questa volta vi proprongo quelli che non mi son piaciuti per nulla. Devo essere onesto: non è stato facile buttar giù i titoli che vedrete, anche perchè ce ne sono tantissimi altri ma stranamente non me li ricordo. Forse qualcuno di voi leggendo storcerà il naso ma ricordate: i gusti sono gusti.

10) Haunting

haunting

 

 

 

 

 

 

“Haunting” è stato diretto dal regista Jan De Bont, specializzato in action movie, che nel 1999 ha deciso di darsi all’horror con un vero e proprio giocattolone. A livello di scenografie ed effetti speciali e sonori davvero nulla da dire, ma la storia, per quanto potesse essere interessante, è stata sviluppata male e mai scelta di attori, nonostante il cast stellare, fu più sbagliata. Un vero peccato perchè le premesse per un buon film su una casa stregata c’erano tutte.

9) L’esorcista: la genesi

l-esorcista-la-genesi

 

Fare un prequel è sempre un gran rischi, figuratevi se parlaimo di capolavori intoccabili del cinema mondiale. “L’esorcista: la genesi” dal 2004 voleva tentare di essere un prequel di tutto rispetto e invece è stato un pasticcio. La sceneggiatura fa acqua da tutte le parti e il cast è assolutamente improponibile. Da far finire nel dimenticatoio.

8) Paranormal activity

paranormal-activity

Non mi dite nulla ma io non trovo “Paranormal activity” dal 2009 così straordinario come mezzo mondo crede. Spacciare per fatti realmente accaduti una ripresa amatoriale lo trovo degradante per il pubblico e comunque il film non è che sia tutta sta novità: noioso, sa di già visto, cast pessimo, niente di che.

7) Poltergeist

poltergeist

Cosa c’è di peggio di un prequel fatto male? Un remake fatto male. Il caso più lampante è stato “Poltergeist” dal 2015. Rifare un must della filmografia horror è un’impresa audace e quindi il risultato deve essere a dir poco eccellente: beh qua non è stato così. Sicuramente gli effetti speciali di oggi sono più all’avanguardia di quelli del classico del 1982 ma non basta questo: manca l’amore, cosa fondamentale dell’originale e un errore del genere è imperdonabile.

6) Dracula 3D

dracula-3d

Non so cosa avesse fumato nel 2012 Dario Argento quando ha deciso di pubblicare la sua versione del vampiro più famoso del mondo sul grande schermo. “Dracula 3D” è assolutamente inguardabile: sembra girato con mezzi di fortuna, gli attori recitano tutti in maniera orrenda, il doppiaggio è allucinante e non ho parole per la scena della mantide religiosa. Mai mi sarei aspettato dal maestro una porcheria del genere. Più che un horror, sembra la parodia di un film horror. Giusto se vi volete fare due risate

5) Saw IV

saw-4

Per me la saga di “Saw” si ferma col primo e meraviglioso episodio. Il secondo e il terzo giusto per dare una continuità, e comunque non li butterei, ma “Saw IV” dal 2007 è stato… cosa è stato? Boh? Non ricordo nemmeno la trama. Ricordo solo che al cinema non capii un accidente di niente della storia, confondevo i personaggi e la noia si è impadronita di me. Da lì in poi non ho più visto gli altri episodi, non so nemmeno quanti ne han fatti ma so di certo che non mi sarò perso nulla.

4) La madre

la-madre

Le storie dei fantasmi in cui sono implicati dei bambini funzionano sempre: ecco, “La madre” dal 2013 non rientra in questi casi. Devo essere onesto: le premesse per un buon film c’erano tutte ma sono state gestite malissimo. Più che un film horror sembra un pasticcio in celluloide. Mal scritto, mal interpretato e un epilogo imbarazzante. Non ve lo consiglierei nemmeno se aveste tempo da perdere.

3) Nightmare 5

nightmare-5

E siamo sul podio: la medaglia di bronzo va a “Nightmare 5” dal 1989. I sequel dei film horror di solito sono un vero disastro e la saga di “Nightmare” ne ha avuti davvero troppi ma credo che col quinto episodio si siano toccati momenti davvero imbarazzanti. Più che un horror sembra un film comico, riducendo il personaggio di Freddy Kruger da serial killer psicolabile a macchietta da filmaccio di serie B. Assolutamente osceno.

2) La bambola assassina

bambola-assassina

La medaglia d’argento va a “La bambola assassina” dal 1988. Si sa, le bambole hanno sempre giocato un ruolo fondamentale nell’immaginario collettivo dei film horror ma il personaggio di Chucky è davvero improponibile. Dovrebbe far paura e invece si è rivelato una sorta di macchietta comica o di insetto fastidioso, di cui non vedete l’ora di togliervi dalle scatole. Per non parlare dei sequel creati ad arte ma io ho scelto il capostipite di questa inguardabile saga. Cosa ci trovino gli estimatori io non l’ho mai capito.

1) Final Destination

finaldestination

Si aggiudica la medaglia d’oro “Final Destination” dal 2000. Non sono un amante del genere splatter ma “Final Destination” è uno dei peggiori mai realizzati su questa linea. L’idea di sfuggire a tutti i costi ai piani della morte poteva essere buona ma il risultato poi è stato quello che tutti, ahimè conosciamo. E non oso immaginare i quattro sequel come siano, a questo punto. Un filmaccio in piena regola con una sceneggiatura inesistente, un cast di attori sconosciuti e inguardabili, effettacci speciali e non so quanto altro. Davvero il film horror più brutto mai realizzato secondo me.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Le mie top ten. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...