Le mie cantanti italiane preferite

Questa è la settimana del Festival della Canzone Italiana e direi che una bella classifica tutta italiana ci sta. Oggi vi parlo delle mie cantanti italiane preferite. Classifica facilissima da stilare, anche se ho dovuto lasciare a casa alcun nomi come Mina, Giorgia, Fiorella Mannoia, Noemi, L’Aura ma queste sono le artiste che più di tutte mi emozionano ogni volta che le ascolto.

10) Irene Grandi

irene-grandi

La buondina peperina fiorentina mi ha stregato quando nel 1994 è salita per la prima volta sul palco di Sanremo. Da allora ogni canzone che fa mi piace davvero tanto. L’ho vista anche dal vivo e ha una gran carica. Irene Grandi arriva al cuore delle persone con estrema facilità ed allegria.

9) Mietta

mietta

Ma quanto mi piace Mietta. Grande voce, grande versatilità, un’artista che sa sempre reinventarsi, come nel singolo dell’estate scorsa. La seguo da quando vinse Sanremo 88 nella categoria delle nuove proposte. Non ho mai avuta la fortuna di vederla dal vivo, spero di poter rimediare quando ricomincerà con i live.

8) Carmen Consoli

carmen-consoli

La cantantessa in un primo momento non mi stava particolarmente simpatica. Ma piano piano ho imparato a conoscere e ad apprezzare la sua musica, con i suoi testi eleganti e il suo amore per la mitologia. Voce accattivante, autrice, musicista: un’artista che all’estero devono solo invidiarcela.

7) Marina Rei

MUSICA: MARINA REI, MIA LIBERTA' ARTISTICA E' 'PAREIDOLIA'

Quando l’ho vista per la prima volta sul palco di Sanremo nel 1996 sono rimasto praticamente fulminato. In italia è raro trovare donne percussioniste che sappiano anche cantare ma Marina Rei lo fa con grande maestria. Non capisco perchè da un po’ di tempo le radio non passino i suoi singoli, che sono sempre splendidi. Appena ricomincia il suo tour in giro per i locali, devo correre alla data di Roma!!!!

6) Elisa

elisa

Uno dei concerti più belli a cui abbia mai assistito è stato quello di Elisa. Devo essere onesto: la preferisco quando canta in inglese, perchè penso esprima davvero tutto il suo potenziale artistico. Alcune sue canzoni in italiano le trovo un po’ banali, altre dei capolavori assoluti. Per non parlare della sua personalissima interpretazione del classico di Mia Martini “Almeno tu nell’universo”.

5) Gianna Nannini

gianna-nannini

Quando ero piccolo non riuscivo a comprendere i testi e la musica di Gianna Nannini. Negli anni 90 però rimasi folgorato da “Radio Baccano” e dalla splendida “Meravigliosa creatura”. Poi la svolta intimistica e quel capolavoro di “Indimenticabile” me l’hanno catapultata fra le mie artiste preferite. Anche lei è nella lista dei prossimi concerti da vedere assolutamente!!!

4) Loredana Bertè

berte

Per me Loredana Bertè è una delle più grandi e controverse artiste del panorama musicale di tutti i tempi. La sua voce graffiante, i suoi testi particolari, la sua visione del mondo della musica e la sua vita travagliata la rendono la più grande rocker italiana, sia dal punto di vista musicale che personale. Una delle prime canzoni a cui son stato legato è stata “E la luna bussò”: avevo solo 4 anni e da allora l’ho sempre seguita. Non le perdono di aver fatto una canzone con Gigi D’Alessio però ^_^

3) Paola Turci

paola-turci_980x571

Siamo sul podio e la medaglia di bronzo se la aggiudica Paola Turci. Da appena 30 anni le sue canzoni danno un sapore un po’ malinconico alle mie giornate ma al tempo stesso le rendono speciali. Trovo i suoi testi davvero meravigliosi, profondi, le sue melodie davvero uniche. Se non avete mai ascoltato “Le storie degli altri” ve la consiglio, perchè è una delle canzoni italiane più belle che siano mai state scritte. Quest’anno a Sanremo farò il tifo per lei: aver vinto il festival nel 1989 per la categoria degli emergenti non le rende giustizia. Anzi, io la avrei fatta andare come superospite italiano. Grande Paola, daje!!!

2) Meg

meg

La medaglia d’argento va a Meg, una delle artiste più indipendenti dello scenario musicale italiano. Non credo la vedremo mai sul palco dell’Ariston: è troppo fuori dagli schemi del music business. Non amavo particolarmente i 99 Posse ma quando sentii “Quello che” capii che era un’altra storia e infatti lei è l’autrice. “Psychodelice” è il mio disco italiano preferito e lei è davvero unica nel suo genere: non credo che in Italia esistano artiste come lei. Peccato faccia pochi dischi ma questo è lo scotto da pagare quando sei indipendente. Meg, grazie per la tua meravigliosa musica.

1) Cristina D’Avena

cristina-davena-e1458662917577

La medaglia d’oro va a lei: Cristina D’Avena!!! Non mi venite a dire che lei non è una cantante: certo che lo è!!! Siete mai stati a un suo concerto? Io sì, un sacco di volte e vi assicuro che sul palco è una vera bomba!!! Cristina D’Avena mi ha accompagnato in ogni fase della mia vita, le sue sigle ci sono sempre state e quando ero triste mi sono sempre rifugiato in camera mia per ascoltarla. Se sono quello che sono è anche grazie alle sue splendide sigle, che ancora oggi ascolto e canto a squarciagola. Cri Cri, ti amo!!!!

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Le mie top ten. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...