Porci e padri

Vivere in una città come Roma e provincia non è facile. Una delle cose che in assoluto detesto di più a Roma, ma anche in altre città, è l’attitudine all’uso della bestemmia come se fosse una cosa normale. Oggi in metro ho assistito a una scena che mi stava per far vomitare il pranzo. Un padre con la figlioletta, che avrà avuto massimo 5 anni e verso la quale l’amorevole genitore si rivolgeva con dolci epiteti come “Ma che cazzo stai a fa’?” oppure con tenere domande come “Te voi movere, cazzo???”. Ma il top è stato quando vicino alla bimba ha iniziato a dire porco qua e porco lá. Ora, io mi chiedo seriamente che razza di genitore possa essere una persona del genere. Non venitemi a fare la predica che sono un bacchettone, perchè voglio proprio vedere se a vostra figlia sentite qualcuno che la apostrofa in questo modo. Rompono tanto le palle a quelli come me sulle adozioni e l’utero in affitto ma nemmeno vedono lo schifo che c’è fra alcuni genitori che hanno procreato in maniera tradizionale. Spero per la bimba che qualche autorità gliela tolga.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Visto in giro.... Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...