Il concerto di Marina Rei

Giovedí sera sono stato al concerto della grande Marina Rei e, visto che è un po’ che non ne faccio, stavo pensando di farne una trashcronaca ma poi ho cambiato idea, perchè non avrebbe reso giustizia al talento della cantautrice romana. Appena entro nel teatro, capisco che questo concerto acustico sarà musicalmente molto essenziale: sul palco una batteria, una chitarra, un pianoforte e un microfono, basta. Dopo il bravissimo supporter, Marina guadagna il palco assieme al suo talentuoso violoncellista, che l’accompagnerà nell’esecuzione di tutti i brani. Sono solo lei, lui e la sua musica. Si parte con la struggente “Noi” ed è subito emozione allo stato puro, lo vedo negli occhi della mia amica che mi ha accompagnato e che conosce solo alcune delle sue canzoni. Marina si alterna ai tre strumenti sul palco e canta di fila le 22 canzoni in scaletta, vestendole di nuovo e rendendole più intime, quasi come se volesse sussurrarle al pubblico in sala. Il pubblico assiste in silenzio, non canta assieme a lei ma solo perchè ha paura di interrompere quel momento così magico. “Primavera, “Al di là di questi anni”, “T’innamorerò”, “E mi parli di te”, “I miei complimenti”, “Un inverno da baciare”, “Fammi entrare”, “Il giorno della mia festa”, “Musa”, “Portami a ballare” e tante altre ci accompagnano per quasi due ore, che scorrono via velocemente. Io l’ho preferita alla batteria, dove ha davvero fatto vedere di cosa sia capace, specialmente nell’esecuzione di “Inaspettatamente”. Parla poco MArina col suo pubblico ma questo perchè è visibilmente emozionata: è a Roma, la sua città, il pubblico qui ha un effetto particolare su di lei, preferisce i fatti alle chiacchiere. Ma per quel poco che ha detto, per lei fare musica è come respirare e noi lì eravamo la sua aria. Sono davvero contento di esserci andato, perchè non sono stato al concerto di una cantante e basta: ho visto un’artista, una donna, una mamma, una persona meravigliosa. E voglio ringraziarla per avermi accompagnato negli ultimi 20 anni con le sue splendide canzoni.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Musica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...