Il diario degli omofobi

“Il Diario del web” è una pagina di informazione, per lo più cronaca di vario genere, in cui chiunque può dire la sua, esattamente come accade in tantisime pagine di Facebook. Ieri hanno riportato il video in cui la cantante Elisa dà il suo sostegno al pride di Udine e hanno chiesto agli utenti cosa ne pensassero. Non ho potuto riportare tutti i vergognosi commenti che ho potuto leggere, uno addirittura si è beccato una denuncia da parte mia, perchè avrei dovuto fare almeno una trentina di screenshot ma ho preferito riportarvi quelli più esaustivi, perchè più o meno sono su questo genere. In particolar modo vi invito a leggere il commento di Mario Carnevale, in cui manifesta la sua evidente bipolarità ed è stato l’unico che abbia risposto al mio intervento: certo, avrei potuto insultarlo pesantemente ma quando ho letto il suo commento non ho voluto infierire, perchè penso che abbia più problemi di quanto riesca ad immaginare. Scommetto che queste sono le persone che sono convinte di avere una famiglia “normale”, che mettono le corna al proprio coniuge ma dicono che i gay fanno schifo, che la mattina fanno a spintoni per andare ai primi banchi per ascoltare la messa e si professano cristiani, che per loro è meglio che non si sappia che il prete del paese ha molestato un ragazzino, che son cresciuti con l’odio e con l’odio cresceranno i loro figli. SIgnori miei,la normalità è un’altra cosa, non certo quella che voi ci spacciate come tale. Si vede che non siete mai stati a un pride, si vede che non sapete che è pieno di famiglie con bambini, si vede che guardate solo le piume di struzzo sui carri che la tv vi vuole far vedere, si vede che non sapete che la maggior parte delle eprsone ci va vestita esattamente come quando esce di casa, si vede che avete un cervello più piccolo di quello di una gallina. Vi fate forti solo perchè in Italia non esiste ancora una legge contro l’omofobia, perchè altrimenti ve la fareste sotto a scrivere determinati abomini. Il pride è nato tanti anni fa proprio per permettere a chi ha dovuto sempre lottare per i propri sacrosanti diritti di averne, al contrario di chi non ha mai dovuto farlo solo perchè tutto è stato già dovuto. Da qui la mia decisione di riprendere ad andare al pride, poichè sono anni che non vado, e perchè è davvero giunto il momento anche in Italia di avere una legge contro l’omofobia, perchè una contro l’ignoranza è impossibile averne. E non ho violato nessuna legge della privacy, questi qui hanno scritto su una pagina pubblica visibile a tutti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Visto in giro.... Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...