Little Nightmares

Dopo una settimana che ci gioco, posso finalmente parlarvi di “Little Nightamares”. Six è una bambina che vive ne “Le Fauci”, uno spaventoso resort situato sotto al livello del mare, dove persone obese e dallo sguardo vuoto vengono per ingozzarsi come se non ci fosse un domani. Six decide di fuggire da tutto ciò, poichè sa che lei e gli altri bambini rinchiusi lì verranno dati in pasto ai voraci ospiti. Comincia quindi una corsa pericolosa e disperata attraverso l’oscurità e la paura.

“Little Nightmares” è un videogioco sviluppato dai Tarsier Studios e pubblicato dalla Bandai Namco Entertainment. “Little Nightmares” combina elementi di giochi platform con altri del genere survival horror, più che altro per l’ambientazione. Infatti quest’ultima è probabilmente il punto di forza dell’intero gioco, poichè richiama molto le atmosfere dei film più cupi di Tim Burton. Il giocatore impersona Six, la protagonista che si aggira indossando un impermeabile giallo e impugnando un accendino, che l’aiuterà nei luoghi più oscuri.

La particolarità di “Little Nightmares” è che non avremo indizi, voci fuori campo, messaggi o quant’altro che ci aiuteranno a risolvere alcuni rompicapi che incontreremo strada facendo. Quindi è tutto affidato al nostro intuito e al nostro ragionare, oltre al sangue freddo che dovremo avere per non essere sopraffatti dall’oscurità e per non smadonnare durante le poche ore di gioco. Sì, perchè saranno più le volte che imprecheremo per dover ricominciare dall’ultimo punto di salvataggio piuttosto che ragionare su come riuscire a passare al livello successivo.

Oltre al personaggio di Six, tenera e cupa al tempo stesso, il character design degli altri personaggi di “Little Nightmares” è stato molto curato: dai disgustosi ospiti de “Le Fauci” ai crudeli cuochi gemelli, dallo spaventoso custode all’enigmatica signora. La colonna sonora, per quel poco che si sente, ben si adatta alle atmosfere cupe e macabre del gioco, anche se non la riterrei come una delle colonne portanti di “Little Nightmares”.

Perchè “Little Nightmares” non mi è piaciuto? Perchè è noioso, ripetitivo, senza anima e poco appassionante. Sicuramente poteva essere sviluppato meglio, anche perchè le carte in regola per essere un titolone le aveva tutte, fino a quando non ci ho giocato, lasciandomi un senso di tedio infinito e nessuna voglia di ricominciarlo una volta finito. Vi dico solo che l’ho riportato e ne ho preso un altro. E meno male che l’avevo trovato pure usato, così ci ho investito pochissimo, perchè tanto vale.

Voto al videogioco: 4

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Videogiochi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...