Sense8

Oggi voglio parlarvi di una serie tv che mi ha totalmente affascinato: “Sense8”. Otto persone sparse per i vari angoli della Terra si accorgono di essere telepaticamente in contatto fra di loro. Mentre cercano di capire cosa stia loro succedendo, qualcuno si offre volontario per aiutarli ma qualcun altro si muove nell’ombra per scovarli e prenderli.

“Sense8” è stata ideata, prodotta, scritta e diretta dalle sorelle Wachowsi, quelle della saga di “Matrix” per intenderci, in collaborazione con J. Michael Straczynski, sceneggiatore di vari cartoni, telefilm e film dagli anni ’80 ai giorni nostri. “Sense8” è una rivoluzionaria serie tv perchè mischia sagacemente generi come la fantascienza,l’azione e il dramma, riuscendo ad intrecciare otto storie in un viaggio intorno al mondo fra luoghi, colori, usi, costumi e sapori diversi. Ma a mio avviso il pregio principale di “Sense8” è l’aver spiegato che, nonostante i km che ci separano, le differenze culturali, quelle di orientamento sessuale, quelle religiose e quelle di razza, siamo in realtà tutti più vicini fra di noi di quanto possiamo solo immaginare. E in un momento di grande odio verso l’altro, come quello in cui stiamo vivendo oggi, trasmettere un messaggio del genere è davvero coraggioso e indispensabile.

I punti di forza di “Sense8” sono sicuramente la sceneggiatura, vero e proprio cardine di tutte le puntate, la regia, la fotografia e il montaggio. Molto buona anche la scelta del cast, con attori da noi semi sconosciuti ma che sono entrati subito nel cuore dei fans della serie. Per quel che riguarda le ambientazioni, è un vero e proprio viaggio fra gli Stati Uniti, l’Islanda, il Kenya, l’India, la Corea, la Gran Bretagna e la Germania, fra città e luoghi meravigliosi, dove le vite vanno avanti fra le difficoltà di ogni giorno e la voglia di essere felici.

“Sense8” è andato in onda per due stagioni sulla piattaforma Netflix nel 2015 e nel 2017, riscuotendo un buon successo di pubblico e critica. Nonostante questo Netflix ha deciso di cancellare la serie dopo solo due stagioni: il motivo sembra siano i costi troppo alti per ogni singola puntata. Sia il cast che i fans hanno cominciato una vera e propria petizione nei confronti della piattaforma per far continuare la serie, visto anche il finale della seconda stagione. Io mi auguro di sì, anche se non so se basti fare economia per produrre una serie di questa portata.

Io spero vivamente che “Sense8” continui, anche perchè nel mondo delle serie tv è arrivato finalmente qualcosa di nuovo  ed originale, che ti appassiona come solo altre poche serie tv sanno fare, che trasmette un messaggio profondo e non da poco. Altro che zombi e vampiri!!!

Voto alla serie: 8+

 

Pubblicato in TV e dintorni | Lascia un commento

Pirati dei Caraibi: la vendetta di Salazar

Henry Turner (Brendon Thwaites), il figlio di Will Turner (Orlando Bloom), ha trovato un modo per spezzare la maledizione che lega suo padre all’Olandese Volante. Per far ciò deve trovare il Tridente di Poseidone. L’unica che ha la mappa per raggiungerlo è Carina Smith (Kaya Scodelario) e il  capitano Jack Sparrow è l’unico che può condurlo. Ma la vita di Jack è minacciata dallo spettro del capitano Salazar (Javier Bardem), che non vuole altro che vendetta. Sulle loro tracce ci sarà anche capitan Barbossa (Geoffrey Rush), che nasconde un certo segreto….

Dopo una lunga attesa arriva il quinto episodio della fortunata saga prodotta da Jerry Bruckeimer e dalla Disney, che lo distribuisce pure. “Pirati dei Caraibi: la vendetta di Salazar” è stato diretto dalla coppia di registi Joachim Rønning e Espen Sandberg (“Bandidas”, “Kon-tiki”) e ha reintrodotto la figura di Will Turner, che nel quarto e non proprio riuscito capitolo era scomparso, riprendendo un po’ la storyline principale con nuovi e avvincenti sviluppi e colpi di scena. Le rocambolesche avventure del capitano Jack Sparrow e della sua ciurma cominciano fin dalle prime battute del film, tra inseguimenti e combattimenti a colpi di sciabole e pistole. Il ritmo è sicuramente incalzante e la trama ben strutturata e i nuovi personaggi non fanno rimpiangere quelli a cui siamo affezionati da tanto tempo. Del resto ci voleva qualcosa di veramente forte per risollevare le sorti di questa saga, che semvrava affondata al capitolo precedente. Una bella avventura di sicuro, con un colpo di scena finale che non ti aspetteresti e vi consiglio vivamente di guardare la scena dopo i lunghissimi titoli di coda: un sesto episodio è già nell’aria.

Giudizio critico cinematografico: salpate l’ancora, si riparte!!!

Voto al film: 7,5

Pubblicato in I film che ho visto al cinema | Lascia un commento

Er Pupone’s day

La mia fede calcistica ha un altro colore ma è innegabile che oggi gli occhi siano tutti puntati sul campione che è stato, che è e che sarà per sempre Francesco Totti. Il mitico capitano della Roma oggi giocherà la sua ultima partita con la maglia giallorossa e tutta l’Italia, che lo ha sempre apprezzato sia nella Roma che nella Nazionale, lo saluta con sincero affetto. Francesco Totti è una di quelle persone che ti sembra di conoscere da una vita, anche se non ci hai mai mangiato una pizza assieme. Calciatori così bravi, così umili, così veri e con un culo così da sogno da un po’ di tempo a questa parte son difficili da trovare. La Roma ha trovato Totti invece un bel po’ di anni fa e lì è rimasto per tutto questo tempo, dedicandosi anima e corpo alla squadra della sua città, senza scendere a compromessi per cambiare squadra. Grandissimo, France’!!!!

Pubblicato in Visto in giro... | Lascia un commento

Scatti inquietanti

Ok, ditemi voi se posso restare in silenzio vedendo questa meravigliosa foto. Il top è la faccia di Papa Francesco, felicissimo di ricevere Trump e la sua solare ed allegra famiglia! la foto più virale degli ultimi 20 anni ha già fatto il giro del mondo!!! Manco se l’avessero fatta di proposito sarebbe venuta così perfetta!!!

Pubblicato in Visto in giro... | Lascia un commento

Fate migrare il cervello!!!

Ieri a Milano c’è stata la manifestazione contro il razzismo e a favore dell’accoglienza per i migranti, manifestazione a cui hanno partecipato “solamente” circa centomila persone. Purtroppo la giornata di ieri ha visto anche il proliferare sui vari social di chi non solo non era favorevole alla manifestazione ma è soprattutto favorevole a fare pulizia etnica nel nostro Paese. Leggendo mi è venuto da vomitare, perchè mi sto rendendo conto ogni giorno che passa che l’Italia sta diventando un Paese fortemente razzista, che esula dalla questione migranti, che a mio avviso deve essere necessariamente regolamentata. Beh a queste persone, che sbandierano la necessità di far rimanere solo la razza bianca in Italia, che non vogliono altre persone se non gli Italiani e che vogliono Salvini al potere spirituale. Beh a queste persone ho da fare un po’ di auguri.

  • vi auguro di puzzarvi di fame nel vostro paese che sarete costretti ad andare in Germania, dove verrete trattati come l’ultima ruota del carro e vi intimideranno di far ritorno nel vostro paesucolo in Italia.
  • vi auguro che, quando andrete a fare 6 o 12 mesi a Londra, di alloggiare in uno squallido monolocale lercio e umido, di avere un impiego mediocre e di essere squadrati da capo a piede e sentirvi dire che puzzate solo perchè Italiani.
  • vi auguro di avere attività di ristorazione, in modo che i turisti stranieri preferiscano andare da McDonald’s, piuttosto che dare i loro soldi a chi non vuole stranieri in Italia.
Pubblicato in Senza categoria, Visto in giro... | Lascia un commento

Timorati di Dio e intimorito da loro

Sto attraversando un periodo di profonda crisi spirituale, di cui non voglio parlare troppo, ma ho visto che in questo periodo sta proliferando una categoria di persone che mi spaventa e non poco: i timorati di Dio. Non parlo di chi decide di prendere i voti, decisione che non posso comprendere perchè non mi ci sono mai ritrovato, ma di quelle persone che all’improvviso scoprono una spiritualità mista a bigottismo che mi fa accapponare la pelle. Un esempio lo abbiamo avuto anni fa con Claudia Koll, sex symbol che dopo i fasti di Tinto Brass sembra voler spodestare Madre Teresa di Calcutta dalle preferenze dei cristiani nel mondo. In seguito Paolo Brosio, giornalista o ex giornalista, non so se eserciti ancora la professione, che si danna di non essere uno dei tre pastorelli di Fatima o uno dei sei veggenti di Medjugorie. Facebook pullula di gruppi di fanatici che addirittura maledicono papa Francesco, invocando papa Benedetto XVI come l’unico vero papa reggente, roba che il Medio Evo a confronto era l’Illuminismo. Ho anche alcuni amici che ho ritrovato sui social, i quali pubblicano link e articoli di un bigottismo che rasenta il ridicolo, quando fino a poco tempo fa conducevano tutt’altra vita. Mi spaventano queste persone, non vi so dire il perché ma in un momento personale come questo che sto vivendo non sono di certo il mio riferimento.

Pubblicato in Visto in giro... | Lascia un commento

Chi insulta, l’aspetti

Ogni tanto una buona notizia. Quella mente eccelsa dell’onorevole Borghezio è stato condannato a risarcire l’ex ministro Kyenge di ben 50000 euro per gli insulti razzisti, che il rappresentante della Lega le rivolse tempo fa. Il povero leghista si è subito lamentato che per tale risarcimento sarà costretto a vendere casa. Poverino Borghezio: come poteva venirgli in mente che gli insulti razzisti in Italia sono punibili a norma di legge? Ah giusto: avrebbe dovuto usare il cervello, cosa che per lui è un lusso inavvicinabile. Ben gli sta!!!!!

Pubblicato in Sentito in giro... | Lascia un commento