Censimenti indispensabili

Salvini, il nostro integerrimo e assolutamente non razzista ministro degli interni, vuole indire un censimento per i rom, per poterli schedare ed eventualmente prendere provvedimenti. Diciamo che sono pure d’accordo ma il passo per schedare poi i gay, i meridionali, gli ebrei ed altro è davvero breve. Attendo con ansia il censimento per sapere gli italiani che prendono una miseria di pensione oppure per capire chi sono gli italiani mafiosi e camorristi…

Annunci
Pubblicato in Sentito in giro... | Lascia un commento

Una mancanza mondiale

Non mi ero accorto fossero cominciati i Mondiali di Russia 2018, quelli che ricorderò per essere i primi a cui l’Italia on parteciperà da quando sono nato. Ho sempre detto che  Mondiali ce li godremo l’anno prossimo con la Nazionale Femminile, ho sempre detto che quest’anno non me ne sarebbe potuto fregare di meno perchè non mi interessano le squadre degli altri Paesi, ho sempre detto che per una volta non sarebbe stata la fine del mondo ed effettivamente così è. Però una certa mancanza la sto cominciando ad avvertire e cioè quella di ritrovarsi con gli amici o i parenti davanti alla tv e sentirsi per 90 minuti tutti parte di un’unica Nazione, tifare, esultare, soffrire, mangiare popcorn e bere birra durante la partita, sentire mia madre che in cucina tira certi epiteti agli avversari mentre frigge le melanzane. In fondo i Mondiali sono anche questo: un rito da seguire con precisione, un momento in cui ti senti un tutt’uno con il resto del territorio, sofferenza e gioia allo stesso tempo e, per il fatto di avere aspettato tutto questo per 4 anni, forse mi manca ancora di più. Continuo a ripetermi che faremo tutto questo l’ano prossimo con le ragazze italiane, per me sarà anche la prima volta che le seguirò… però mi dispiace davvero di non essere salito quest’anno su quella giostra di quel meraviglioso luna park itinerante, che monta le tende ogni 4 anni.

Pubblicato in Stupidiario | Lascia un commento

La nave della discordia

Non mi sono ancora espresso sulla questione delicata della nave Aquarius, il cui attracco in Italia è stato fortemente impedito dal nuovo governo e che ha diviso le opinioni degli italiani, scatenando un putiferio a livello mediatico non indifferente. Ho letto stamattina che la nave è attraccata alfine in Spagna, credo a Valencia, e i profughi a bordo sono stati accolti con una grandissima solidarietà da parte dei cittadini, che hanno messo a loro disposizione le loro competenze mediche e legali, oltre a fornire beni di prima necessità, e questo non può che far loro onore. Quel che fa meno onore invece è il traffico di persone legato alle organizzazioni criminali, che continuano con questo scempio, facendo leva sul buon cuore di molte persone. Io sono per l’accoglienza ma non sono molto favorevole ad alimentare i loschi traffici di delinquenti e a far muovere una ingente quantità di soldi per aiutare queste persone perchè sì, l’accoglienza ha un certo costo, non mi risulta che gli aiuti si materializzino all’improvviso con la bacchetta magica. Quindi direi che sulla questione sono decisamente diviso e combattutto e non so cosa sia più giusto a questo punto, anche perchè la Aquarius è solo l’ultima nave passata di qui per il momento ma altre ne arriveranno e ci saranno altri dilemmi e altri scontri, mediatici e non. Quello che sicuramente non fa onore è chi ha usato questa storia per vomitare il proprio disprezzo per queste persone, evidenziando sempre il loro colore della pelle e urlando “non sono razzista, siete voi che siete buonisti”. No, cari miei signo… cari miei, se il motivo per cui queste persone non debbano venire in Italia perchè neri, perchè prima gli itaGLIani, perchè in Italia non  li vogliamo punto e basta, siete razzisti, eccome se lo siete. E se proprio dovete fare qualche manifestazione, vi consiglierei di farla contro la criminalità organizzata sia straniera che italiana, perchè se non ci fossero, credetemi, non staremmo nemmeno qui a discutere di navi in mare e porti chiusi.

Pubblicato in Visto in giro... | Lascia un commento

Pretty Little Liars

In una apparentemente tranquilla cittadina chiamata Rosewood scompare Alison (Sasha Pieterse), una studentessa delle superiori. Circa un anno dopo viene ritrovato il suo corpo. Da allora le sue amiche Aria (Lucy Hale), Spencer (Troian Belisario), Hanna (Ashely Benson) e Emily (Shay Mitchell) cominciano a ricevere sms, mail e messaggi minatori da parte di qualcuno che si firma A e che sembra saperne molto di più su Alison e sui loro segreti, che le ragazze non vogliono far trapelare.

                                      

“Pretty Little Liars” è una serie tv americana prodotta nel 2010 per la ABC e tratta dalla serie di libri di Sara Shepard. “Pretty Little Liars” inizialmente può ricordare molto “Desperate Housewives”, altro grandissimo successo della ABC, solo che qui gli intrecci e le vicende sono tutte rapportate al mondo degli adolescenti invece che degli adulti.”Pretty Little Liars” in realtà affronta diverse tematiche attuali, come il bullismo a scuola, lo stalkering, l’onnipresenza dei social nella nostra vita, l’orientamento sessuale e irapporti fra genitori e figli sempre più chiusi e troppo distanti fra di loro.

 

Punto molto forte di “Pretty Little Liars” è sicuramente il cast. Oltre alle cinque protagoniste, ben caratterizzate dalle interpreti, troviamo anche altri personaggi di supporto, interpretati da attori che son riusciti ad esprimere al meglio i loro tormenti interiori. Menzione particolare poi per due attrici reduci da telefilm di grandissimo successo del passato come Laura Leighton, protagonista di “Melrose Place”, e Hollie Marie Combs, protagonista di “Streghe, qui nei panni di due madri alle prese coi tormenti delle figlie e delle proprie vite personali. Pollice in su anche per i costumi, in particolar modo per il favoloso look creato per Aria.

“Pretty Little Liars” é andato in onda per i primi 130 episodi sul canale ABC per poi passare al canale Freeform, riscuotendo un grandissimo successo di pubblico, mentre la critica si è abbastanza divisa. La serie ha fatto raccolta di premi televisivi, soprattutto di Teen Choice Awards e People’s Choice Awards. Dalla serie è stato tratto anche uno spin-off intitolato “Ravenswood”, con il personaggio di Caleb come protagonita e cancellato dopo una sola stagione. In cantiere invece è un secondo spin-off intitolato “Pretty Little Liars: the perfectionist”, in cui ritroveremo i personaggi di Alison e Mona.

In Italia “Pretty Little Liars” è andato in onda quasi in contemporanea con gli Stati Uniti. Le prime cinque stagioni sono state trasmesse sul canale Mya mentre la sesta e la settima sul Mediaset Premium e infine tutte e sette le stagioni sono state ncluse sulla piattaforma Netflix. Anche in Italia la serie ha riscosso un gran successo e a me è piaciuta davvero molto, nonostante alcuni buchi o incongruenze di sceneggiatura. Quello che credo sia importante è la condanna del bullismo a scuola e degli stalkers e mi è piaciuto molto come vengono rappresentate le coppie di fatto. Davvero niente male. Se come me non lo avete ancora visto, vi consiglio di rimediare appena potete: le sette e lunghe stagioni si lasciano guardare con molta scorrevolezza, alcuni momenti sono davvero un po’ pesanti ma il coinvolgimento nelle vicende delle protagoniste è davvero forte.

Voto al telefilm: 7,5

Pubblicato in TV e dintorni | Lascia un commento

E mondiale sia!!!

In questi giorni in cui si dibatte sui porti chiusi o aperti, giunge una bella e inaspettata notizia: la Nazionale Italiana Femminile di calcio si è qualificata per i Mondiali del 2019. In questo inizio di estate in cui siamo rimasti orfani dei Mondiali di calcio al testosterone, sapere di una altrettanto valida realtà è confortante. Probabilmente le cose dovevano andare così: ora gli occhi sono tutti puntati sulle azzurre, che fino ad ora sono sempre state messe in panchina. Mi unisco con gioia ai nuovi tifosi della Nazionale Femminile e non vedo l’ora di tifare di nuovo per l’Italia. Forza ragazze!!!!

Pubblicato in Visto in giro... | Lascia un commento

La regina della sobrietà

Quello che vedete nella foto è la copertina del nuovo disco di Nicki Minaj. Si evincono da questo scatto e dalla posa la sobrietà e la raffinatezza, che da sempre contraddistinguono questa immensa artista. Il trionfo dell’arte, della buona musica ma soprattutto del buon gusto e della dignità femminile.

Pubblicato in Stupidiario | Lascia un commento

Koseidon

La pattuglia G-Men è una squadra di viaggiatori del tempo, che grazie alla macchina Koseidon riesce a viaggiare all’indietro nel tempo per proteggere la Terra. Il destino del nostro pianeta sarà messo in pericolo, quando un gruppo di alieni riesce a controllare telepaticamente i dinosauri. Il capo pattuglia Go è l’unico che possa fermare questa avanzata, trasformandosi nel Cavaliere del Tempo.

“Koseidon” è una serie tv di genere tokusatsu prodotta in Giappone nel 1978. Le caratteristiche del telefilm sono le stesse che accomunano tutti gli altri telefilm dello stesso genere, cioè la lotta fra il bene e il male, il profondo senso di amicizia e quello della giustizia. “Koseidon” però, a differenza di altri titoli, è decisamente più corale poichè, oltre al protagonista Go, trovano ampio spazio anche altri personaggi dell’intero squadrone. Ogni puntata è strutturata più o meno allo stesso modo, con il viaggio nel tempo per fermare un pericolo, le difficoltà nell’affrontarlo e l’arrivo del Cavaliere del Tempo, che sfoggia il suo potere di fermare il tempo per 30 secondi, in cui deve riuscire a risolvereuna situazione molto difficile.

In Italia “Koseidon” è arrivato nel 1981 su varie emittenti locali, riscuotendo un discreto successo di pubblico, venendo replicato più volte. Delle due sole stagioni del telefilm sono stati pubblicati anche una serie dvd, facilmente reperibili anche nel nostro Paese.

Sicuramente in Italia ha riscosso molto successo la sigla cantata dai Superobots, con un riff di chitarra molto orecchiabile e un giro di basso di rapido impatto. Molti di voi sicuramente la ricordano ma per chi ha qualche vuoto di memoria ve la faccio riascoltare. 

Voto al telefilm: 6

Voto alla sigla: 7,5

Pubblicato in Cartoons & co. | Lascia un commento