Peter Fonda

Mi piace ricordare Peter Fonda così come in questa foto: semplicemente iconico! L’interprete storico di “Easy rider” ci ha lasciato ieri a 79 anni dopo una lunga malattia. Non sono mai stato un suo accanito fan ma un appassionato di cinema come me non può non rendergli omaggio. Anche perchè io sono legato a un suo film che è “La corsa più pazza d’America”, film che mi divertiva quando ero piccolo e lui era uno dei protagonisti. Peter Fonda con il suo personaggio di Wyatt Capitan America ha segnato più di una generazione, escludendo ovviamente i più giovani che purtroppo non sanno manco chi sia stato. Per fortuna rimarranno i suoi film e le sue interpretazioni, testimonianza di un cinema che difficilmente potremmo rivedere sul grande schermo.

Annunci
Pubblicato in Cinema | Lascia un commento

The Good Place

Eleanor (Kristen Bell), dopo esser rimasta vittima di un incidente, si risveglia nell’aldilà. Il suo mentore Michael (Ted Denson) le dice che si trova nella parte buona per le buone azioni che ha svolto in vita ma Eleanor capisce che c’è stato uno scambio di persona e deve ritrovarsi a passare l’eternità in un’utopia dove tutti sono gentili, tentando di reprimere il suo lato cattivo e diventando una persona migliore di quanto non lo sia stata in vita.

“The Good Place” è una miniserie tv americana ideata da Michael Schur, già protagonista del “Saturday Night Live” e sceneggiatore di “The Office”. “The Good Place” è una serie che parla della natura umana e del concetto di bene e male, di giusto e di sbagliato e di come l’animo umano possa cambiare, dimostrando che ognuno di noi ha sempre una parte buona che prevarrà sempre sui nostri vizi e sui nostri egoismi. Inoltre in vita possiamo essere belli, bravi e potenti ma dall’altra parte siamo tutti uguali e forse di questa cosa dovremmo ricordarcene un po’ di più quando siamo in vita.

“The Good Place” è caratterizzato da un’ironia molto graffiante, con battute al fulmicotone rese possibili anche grazie alla situazione della protagonista, interpretata magistralmente da Kristen Bell, che riesce a mettere a nudo le fragilità nascoste di una ragazza apparentemente cinica e fredda. Anche il resto dei personaggi è davvero ben approfondito, evidenziando che non necessariamente debbano esistere differenze di razza, cultura e religione: la convivenza può esistere e non è un’utopia. Interessante è anche la durata di ogni episodio: 20 minuti che scorrono veloci e leggeri, facendo appassionare lo spettatore senza bisogno di puntate chilometriche.

“The Good Place” è andato in onda per la prima volta negli Stati Uniti sulla NBC nel Settembre 2016, in Italia la prima stagione è arrivata ad Aprile 2017 su Netflix. Al momento esistono 3 stagioni ma una quarta è stata già confermata. “The good place” ha riscosso un buon successo di critica, venendo candidato più volte ai Golden Globe e agli Emmy, e anche un buon successo di pubblico, divenendo una serie cult grazie al passaparola degli utenti delle pioattaforme streaming.

Io ho visto solo le prime due stagioni, mi manca ancora la terza e devo dire che mi ha appassionato. A metà strada fra una sit com e uno show comico, “The Good Place” non fa solo ridere ma fa anche capire quanto siano importanti le nostre azioni, perchè prima o poi la vita presenta sempre il conto e noi dovremmo essere in grado di pagarlo.

Voto al telefilm: 8

 

 

Pubblicato in TV e dintorni | Lascia un commento

La leggerezza di Ferragosto

Stamattina guardavo un programma su RAI1, tipo “Uno Mattina” per intenderci, e visto che oggi è Ferragosto è cominciato in tv il festival dei luoghi comuni sul pranzo di questo giorno. Un esperto, del quale al momento mi sfugge il nome, asseriva di rimanere leggeri, che la parmiggiana di melanzane non è adatta per questa giornata e di mangiare solo frutta o verdura. Ci mancava solo che dicesse di non uscire nelle ore più calde, di bere molta acqua, che i gay sono sensibili, che i neri hanno il ritmo nel sangue e che il latte è ricco di calcio. Le foto che vedete sono quelle del pranzo a casa mia con la mia famiglia: non abbiamo fatto la parmiggiana ma se ci fosse andata l’avremmo fatta. Cari “esperti”, siete pregati almeno oggi di farvi una ricca spaghettata di cazzi vostri, noi l’abbiam fatta con gli scampi. Buon Ferragosto a tutti, in leggerezza o meno, basta che si stia bene e insieme.

Pubblicato in Un po' di me... | Lascia un commento

Stavamo veramente scarsi

In questo clima politico ai limiti del ridicolo spuntano due note tragicomiche. Da un lato Flavio Briatore, che ha asserito che risponderebbe a una chiamata di Salvini, e dall’altro il principe Emanuele Filiberto di Savoia, che informa che gli italiano lo stanno invocando. Bene, quindi possiamo star tranquilli: possiamo avere o una sciabolatore di champagne oppure un restauratore di antichi regimi.

Pubblicato in Sentito in giro... | Lascia un commento

Forse tutto torna

Non sono un appassionato di filosofie e religioni ma negli ultimi giorni sto facendo un pensierino su quanto sta accadendo al tour di Matteo Salvini nelle città del Sud Italia. Dopo i fasti e i bagordi del club “Papeete” è arrivata la doccia fredda della sua sfiducia al governo di cui fa parte. Da allora i fasti e i bagordi sono diventati fughe in auto a Catania e contestazioni a Napoli, che hanno fatto desistire il ministro dell’interno. Possibile che sia tutto frutto degli italiani che si son sentiti traditi o dietro a tutto questo ci sia un disegno divino o che faccia tutto parte della teoria che ci sia un rovescio della medaglia? Sta a vedere che in seguito a tutto questo torno a credere in qualcosa: il buon senso e la giustizia divina. Altro che il Sacro Cuore di Maria!!!

Pubblicato in Visto in giro... | Lascia un commento

Selfie inqualificabili

Un mio pensiero sulla vicenda della ragazza, a cui è stato negato l’affitto di una stanza perchè simpatizzante di Matteo Salvini. Da un lato mi verrebbe da dire severo ma giusto però poi ci ho pensato bene: negare una stanza a qualcuno solo perchè simpatizzante di quello lì vuol dire mettersi allo stesso livello di chi non affitta ai gay, ai neri, ai meridionali, a quelli di un’altra religione, ai mancini, ai segaioli, a quelli pro vaccini, ai terrapiattisti e ad altre categorie. Ben le sta di sicuro ma, ripeto, non scendiamo al loro livello. Un bacione 😉

Pubblicato in Visto in giro... | Lascia un commento

Giochi di potere per bambini deficienti

La politica non è mai stata il mio forte  poichè vado troppo a simpatie ed antipatie. Ma visti gli ultimi vergognosi ed imbarazzanti eventi, spero che si arrivi a una soluzione drastica nei confronti di Felpaman perche, diciamo la verità, ha rotto tre quarti di cazzo. Ho deciso di ridare fiducia ai 5 Stelle ma solo perchè non voglio che il cazzaro vinca, probabilità che vedo molto vicina, data la beata ignoranza che dilaga oramai nel nostro Paese.

Pubblicato in Visto in giro... | Lascia un commento